Iniziate il tour della città da Baxia, la parte più bassa della città, il centro commerciale, pieno di negozi, ristoranti e bar, famoso soprattutto perché fatto di strade ortogonali che riportano i nomi degli antichi mestieri. La strada principale si chiama Rua Augusta, molto caratteristica perché interamente lastricata di sanpietrini bianchi e neri che vi condurrà direttamente a Praça do Comercio, la piazza più grande di Europa. Questo è il cuore della città; un tempo qui approdavano le navi cariche di oro e di ogni meraviglia, oggi invece è sede di installazioni artistiche temporanee. Sulla piazza troneggia il maestoso Arco Da Bandeira, realizzato nel 1785 e ispirato agli archi trionfali di epoca romana, su cui ci sono diverse figure importanti della storia portoghese, tra cui il Marchese di Pombal, che ricostruì la piazza dopo il terremoto del 1755.

 

 

Guardando in alto a destra si scorge il Castello di San Giorgio, al quale si arriva inerpicandosi attraverso delle stradine strette: la fatica della salita verrà ripagata dalla spettacolare vista che si gode dal belvedere dell’antica residenza reale, costruita dai Visigoti. La strada verso il Castello vi permetterà di vedere anche la Cattedrale, famosa per il rosone che sovrasta le due torri campanarie, Miradouro di Santa Luzia e Porta Do Sol. Scendendo dal pendio sui cui è posizionato il castello, si arriva nel quartiere Alfama, il quartiere “moro” della città, uno dei più antichi e un tempo più povero. Per rifocillarvi dopo tanto cammino, perché non vi fermate in una delle tante osterie presenti nel quartiere dell'Alfama. A prezzi bassissimi, potrete assaporare la vera cucina portoghese, magari un bel piatto di sardine arrostite.

 

 

Dopo una bella cenetta tipica e qualche ora di sonno, rimettetevi in marcia alla scoperta della parte alta di Baixa, proprio dove si trova Praça de Rossio, una delle più antiche piazze della città, circondata da splendidi palazzi del XVIII sec., decorata con geometrie particolari e sede in passato di rivolte, celebrazioni e corride. Approfittate per fare una piccola pausa in una delle famose tabacarias o negli antichi caffè e provate le buonissime crocchette in tutte le salse, specialità della città portoghese: ci sono quelle al baccalà, quelle con i gamberi o al maiale!

 

 

Continuando verso nord, c’è Praça dos Restaudarodes e l’Avenida de Libertade, l’antico passeggio pubblico, una strada molto elegante, un tempo ritrovo dell’alta società locale ed oggi sede di ristoranti ed alberghi di lusso. Nel pomeriggio spostatevi verso la stazione di Cais do Sodrè da dove partono le barche per Cacilhas, una zona piena di bar e locali tipici: il giro in barca merita soprattutto per la vista panoramica della città e del ponte 25 de Abril che unisce Lisbona a Almada. A fine giornata, dopo un bel tour della città, premiate i vostri stomaci con altri piatti della tradizione portoghese che dovete assolutamente provare prima di tornare a casa. I più audaci verranno conquistati dalla carne de porco à alentejana, un piatto di carne di maiale marinata servita con vongole freschissime!

 

 

Per il terzo e ultimo giorno in città, vi suggeriamo di spostarvi a qualche chilometro dal centro per visitare il quartiere di Belem, noto per la famosa Torre di Belem, il Pedrao dos descrubimentos e per il Mosteiros dos Jeronimos. Noterete lo stile architettonico dei suoi edifici, il gotico iperdecorato, detto il Manuelino, e i ricchi giardini colorati. Nel Monastero potrete visitare la cappella che ospita le spoglie del celebre Vasco de Gama; la torre invece, antico faro e fortezza del porto di Restelo, è decorata con ornamenti orientaleggianti e vale la pena di ammirarla soprattutto al tramonto. Avete voglia di uno spuntino prima di cena? Assaggiate gli ottimi Pastéis de Belem, della Antigua Confetaira de Belem, deliziosi dolcetti di sfoglia croccante con un cuore morbidissimo!