Alla scoperta di Parigi attraverso il suo cibo

Homelidays

Itinerario Gastronomico di Parigi

Ve lo ricordate Rèmy, il simpatico ed coraggioso topolino del film “Ratatouille” con una grande passione per il cibo e per i fornelli? Se potesse, sarebbe lui a guidarvi, con il suo gusto e olfatto sopraffino, per le meravigliose strade di Parigi alla ricerca dei migliori piatti e delle più gustose ricette della tradizione francese da farvi assaggiare. Per ora, dovrete accontentarvi di noi e dei nostri consigli culinari! Seguiteci in un delizioso viaggio tra i più bei quartieri di Parigi per scovare i migliori ristoranti, pasticcerie e brasserie per soddisfare le vostre papille gustative e tornare a casa felici e satolli

.

.  Cominciate la giornata con una bella e abbondante colazione da Chez Angelina magari prima di perdervi tra le bellezze del Museo del Louvre, nel quartiere Les Halles. Gustatevi una deliziosa cioccolata calda scegliendo tra tantissimi gusti e profumi previsti dal menù e non perdete l’occasione di provare il famosissimo Mont Blanc, una bomba di golosità fatta di meringa e crema ai marroni. Per i più tradizionalisti, ci sono svariate miscele di tè, caffè e cappuccini e cornetti e marmellate di ogni tipo, servite in ampie sale finemente decorate, in stile Belle Époque. Se la colazione non vi è bastata e avete un certo languorino verso ora di pranzo, vi consigliamo il ristorante Au pied de Cochon, nel primo arrondissement. Il nome non smentisce, infatti è il maiale a farla da padrone, cucinato in tutte le salse e modi possibili, ma non mancano ovviamente piatti tipici come la famosa zuppa di cipolle, piatti di crostacei e frutti di mare freschissime o le crêpes flambées al Grand Marnier.

Non si può dire di essere stati a Parigi senza l’immancabile foto sotto la Tour Eiffel. La torre sembrerà seguirvi ovunque voi siate, ma vederla da vicino vi lascerà senza fiato. Per riprendere le forze, recatevi al Cafè Constant, in rue Saint Dominique, un tipico café-brasserie parigino, dal decoro semplice ed essenziale, per una cucina tradizionale firmata dallo chef Constant per chi ha voglia di mangiare bene, senza spendere una fortuna. A chi crede che la vita vada vissuta al massimo, a chi vuole stupire ed essere stupito, a chi vuole godere al massimo di una vista meravigliosa e suggestiva, proponiamo una capatina al Ristorante 58 Tour Eiffel. Ebbene sì, un ristorante sulla famosa torre di Parigi che offre diversi tipi di menù per tutti i gusti e le tasche.

.

Concludiamo il nostro tour gastronomico in giro per Parigi in uno dei quartieri più pittoreschi e caratteristici della città, Montmartre, fonte di ispirazione per artisti e scrittori di ogni epoca. State alla larga dai ristoranti e dai bar che vogliono solo attirare i turisti e provate la Taverne de Montmartre, un delizioso bistrot a pochi passi dalla piazzetta degli artisti. Da non perdere sul menu, l’autentica raclette francese da gustare con patate e salumi o la fonduta savoiarda in cui intingere crostini di pane fatto in casa. Infine, una chicca per gli amanti del cinema: proprio a Montmartre, c’è la caffetteria resa famosa dal film “Il favoloso mondo di Amelie”, realmente esistente e in attività. All’interno troverete piatti leggeri e veloci, insalate, omelette e croque monsieur accompagnati da dell’ottimo vino della casa. Non sarà forse il bar più chic di Parigi, ma vi sembrerà di vivere in un film.