Percorsi di trekking sulle Dolomiti

Homelidays Italia

I paesaggi e gli scenari che si incontrano  facendo trekking sulle  Dolomiti restano indelebili nella nostra mente e ci riportano a contatto con la realtà, lontani dallo stress e della routine della vita quotidiana. Scoprite perchè vale la pena visitare le Dolomiti  quest'estate
percorsi escursionismo Dolomiti

Le opportunità per farlo non mancano: tantissimi sono i percorsi di trekking che potrete effettuare tra i prati verdeggianti delle Dolomiti, tra fiori coloratissimi e simpatici animali che vivono liberi tra i boschi sulla cima delle montagne. Vi suggeriamo il tour che attraversa le Dolomiti Settentrionali e che conduce ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, sicuramente uno dei percorsi più battuti dai turisti e dagli appassionati di montagna che vogliono camminare all’aria aperta e osservare i doni che la natura ha da offrirci. I tour partono spesso dal lago di Misurina, in provincia di Belluno, che potete raggiungere tranquillamente in auto, da cui si sale, tra laghetti azzurri e tortuosi sentieri di ghiaia, fino a quota 2500 metri, da cui si ha accesso a una vista panoramica spettacolare della vallata sottostante e delle tre famose cime che si scagliano contro il cielo in uno scenario davvero mozzafiato. Tranquilli, lungo il percorso ci sono rifugi ben forniti dove potete trovare tutto ciò di cui avete bisogno

Chi vuole, ed è ben allenato, può raggiungere la cima più alta del gruppo montuoso Sella, il Piz Boé, che si estende al centro dei 4 passi che danno sulla Val di Fassa, la Val Gardena, la Val Badia e la valle di Arabba. Il percorso raggiunge i tremila metri d’altezza, ma niente panico, non dovrete farli tutti a piedi! La funivia del Sasso Pordoi vi risparmierà la salita più impervia, fermandovi a 2239 m, dove ha inizio un sentiero più agevole e ben attrezzato con tronchi di sostegno e cavi d’acciaio per una passeggiata piacevole ad alta quota. Mi raccomando, preparate le scarpe comode e la macchina fotografica!

Vacanze Dolomiti

Dalla bellissima cittadina di Canazei, sul versante del Trentino Alto Adige, si può risalire la cosiddetta Strèda de Parèda fino al Pènt de la Roa e da qui si può seguire un sentiero pianeggiante, costeggiato da deliziosi boschetti in cui ammirare specie di piante e fiori tipici di queste aree, spesso protette e in via d’estinzione, e anche spazi all’aria aperta in cui potersi fermare a riposare e rifocillarsi su panchine e tavoli in un’atmosfera incantevole e davvero suggestiva. Lungo le rive del torrente che scorre in quest’area è stata ricavata una spiaggia con parco giochi, perfetto per chi ha dei bambini piccoli, non del tutto avvezzi a camminare per molto tempo in montagna.

Per chi volesse avventurarsi nella natura su due ruote, consigliamo l’interessante itinerario che si snoda tra strade e sentieri che hanno avuto un ruolo fondamentale durante la prima Guerra Mondiale che parte da Cortina d’Ampezzo. Non solo natura incantevole, il vero punto di forza di questi percorsi è l’approfondimento culturale e storico di quei luoghi così suggestivi che nascondono veri e propri musei all’aria aperta con cimeli della grande guerra in un cammino di ben 82 chilometri. Ricordate però che non tutti i percorsi previsti sulle Dolomiti sono adatti a chi vuole scoprire la montagna in mountain bike, quindi prima di partire, informatevi per evitare situazioni spiacevoli o troppo rischiose.