Weekend Romantico (e low cost) a Parigi

Homelidays Italia

Come trascorrere un fine settimana romantico a Parigi senza spendere una fortuna

Parigi, si sa, è da sempre la capitale del romanticismo con i suoi lunghi viali alberati, i palazzi eleganti e raffinati, gli innumerevoli ponti sospesi sulle acque della Senna su cui gli innamorati si scambiano promesse d’amore. È la città ideale per trascorrere un fine settimana in compagnia di chi amate di più e vivere giornate in un’atmosfera magica e da romanzo dell’800. “Parigi val bene una messa”, dicono, ma con un budget limitato e i nostri consigli riuscirete a godere appieno della città con poco!

.
Date inizio al vostro weekend nella Ville Lumière partendo dal frizzante e raffinato Quartiere Latino, su cui troneggia l’imponente cattedrale di Notre Dame, uno dei capolavori gotici più noti in tutto il mondo. Ammiratene la facciata occidentale con le sue scene allegoriche e perdetevi tra le navate oscure e misteriose, illuminate dall’alto da grandi vetrate e rosoni finemente decorati nel corso dei secoli. L’ingresso alla cattedrale è gratuito, ma se volete, potrete salire in cima alle torri per scattare una foto della città per ricordare per sempre la vostra prima vacanza insieme. Prima che arrivi sera, entrate negli incantevoli Giardini di Lussemburgo per godere dei profumi e dei colori della natura e passeggiare mano nella mano con la vostra metà, lontani dal caos della metropoli. All’interno di questo giardino pubblico, il secondo più grande di Parigi, troverete un piccolo stagno su cui far galleggiare barchette e tornare bambini, un teatro delle marionette, un orto con rigogliosi alberi da frutto e aiuole con fiori di ogni tipo: uno scenario da sogno per una coppia di piccioncini, come voi!

 

.
Prossima tappa: gli Champs-Élysées. Non si può dire di essere stati a Parigi prima di aver passeggiato lungo questo maestoso e solenne viale alberato che conduce dritto all’Arco di Trionfo, fatto costruire dall’imperatore Napoleone Bonaparte per celebrare le sue vittorie in guerra. Lungo il viale, oltre agli uffici di importanti società internazionali, ci sono cinema, teatri, café tipicamente parigini e famosi negozi di lusso: qui ci scappa un regalino in ricordo di questo bel viaggio, non siete d’accordo? Per evitare di spendere una fortuna senza rinunciare al piacere del pranzo, fermatevi in uno dei chioschetti lungo la strada e ordinate una vera crêpe francese, dolce o salata, poi spostatevi con la metro verso Trocadero, dove potrete finalmente ammirare da vicino il vero simbolo di Parigi, la Tour Eiffel, la grandiosa e monumentale torre che sovrasta la città e sembra seguirvi ovunque andiate. La torre, progettata da Gustave Eiffel – lo stesso che ha realizzato la struttura interna della Statua della Libertà - si affaccia sul bellissimo Campo di Marte, un giardino con cascate, laghetti e grandi viali, un tempo campo per le manovre militari voluto fortemente da Luigi XV.

 

.
Montmartre è senza dubbio il quartiere più pittoresco e romantico di Parigi, che ha conservato nel tempo un fascino tutto suo, quasi fosse un piccolo villaggio all’interno della metropoli. Nelle viuzze vivaci e suggestive rivive lo spirito di artisti quali Toulouse Lautrec, Renoir e Picasso che spesso furono ispirati dalla follia di questo quartiere. Splendida la Basilica del Sacro Cuore che si scaglia in tutto il suo candore contro il blu del cielo, in cima a una ripida scalinata di ben 300 scalini! Per rifocillarvi dopo tanto sforzo, fermatevi in uno dei caratteristici ristorantini e bistro della zona per gustare un’ottima cena tipicamente francese dall’atmosfera suggestiva ed elegante. Cosa ordinare? Noi vi consigliamo di non andar via da Parigi senza aver provato la raclette, un piatto a base di formaggi accompagnato da appetitosi salumi e verdure prelibate, una vera delizia per i palati più esigenti.

 

.